Cos’è stato

Cos’è stato2018-12-10T16:07:05+02:00

F.A.Q. sul Sinodo dei Giovani

• Cosa significa “Sinodo”?
Sinodo significa cammino (odos) insieme (syn). È uno stile e un metodo fatto di ascolto, dialogo, confronto per comprendere chi siamo e dove vogliamo andare come Chiesa.

• Perché un Sinodo dei Giovani?
Il Vescovo Claudio ha fiducia in noi giovani! E ci chiede di dire la nostra sulla Chiesa di Padova e sulle nostre comunità.
La domanda che il Vescovo ha lanciato è:
“Cosa, secondo te, vuole il Signore per la Chiesa di Padova?”.

• Cosa aspettarsi dal Sinodo dei Giovani?
Un grande sogno: una vitalità nuova che possa mostrare il volto vero di noi giovani e delle nostre comunità e al tempo stesso presentare questa Bellezza a chi ancora non l’ha conosciuta.

• Come funziona il Sinodo?
Il Sinodo si sviluppa in 4 step!
1 step: ci troviamo in piccoli gruppi per tre incontri > (ottobre-dicembre 2017)
2 step: metteremo insieme le idee e le proposte emerse > (gennaio-aprile 2018)
3 step: le consegneremo al Vescovo Claudio > (il 19 maggio 2018)
4 step: daremo il via alla fase di attuazione e concretizzazione

• Come posso partecipare?
Hai tra i 18 e i 35 anni? Bene, per cominciare puoi partecipare al primo step!

• Come avviene la fase di incontro in piccoli gruppi?
Si parte da un ritrovo semplice ed informale, come una pizza tra amici, alla fine della quale ci sarà un momento di ascolto e confronto su tracce di lavoro che verranno fornite al moderatore, che è sempre uno dei giovani del gruppo.

• Come saranno costituiti i piccoli gruppi?
Dipende da te! Puoi coinvolgere gli animatori della tua parrocchia, il tuo gruppo scout (ecc.), i tuoi amici, i tuoi coetanei che vedi in paese, con cui prendi l’autobus al mattino o i tuoi compagni di studio, anche chi non viene in Chiesa e vuole dire la sua. Non si tratta di convertire o convincere nessuno; è solo uno scambio, un confronto tra noi e qualche amico… Ci piacerebbe sentire anche chi non frequenta. Il loro parere è prezioso.
L’indicazione è stare in 10 per gruppo… per facilitare il dialogo!

• Quanti gruppi ci potranno essere per parrocchia?
Per ogni parrocchia ci potranno essere più gruppi…

• In pratica cosa devo fare?
Una volta composta la squadra di amici per affrontare questa sfida, registratevi attraverso l’apposito form nel sito https://www.giovanipadova.it/sinodo-dei-giovani/partecipa/.
Da quel momento sarete un gruppo “ufficiale” che parteciperà al Sinodo dei Giovani e quindi dovrete scegliere tra voi un moderatore; potresti farlo anche tu!

• Cosa deve fare il moderatore?
Riceverai al termine di un week-end di formazione (o via mail se non puoi essere presente) il materiale per accompagnare il dialogo nel tuo gruppo e alla fine dei tre incontri, entro l’8 dicembre 2017, ti chiederemo di inviare una piccola sintesi di ciò che è stato detto. Niente paura! Alla fine è una chiacchierata tra amici.

• Quanti e quando saranno gli incontri dei gruppi?
Gli incontri saranno 3, da fare tra ottobre e dicembre 2017. Ogni gruppo sceglierà in autonomia le date precise in cui trovarsi.

• Con che temi?
I temi su cui confrontarsi stanno prendendo ancora forma, attraverso il lavoro di più di 30 giovani che fanno parte della Commissione Preparatoria, stimolati dalle idee e dalle domande sollevate negli incontri vicariali, negli altri gruppi di lavoro o anche via mail.

• Si parlerà solo di fede o di Chiesa?
No. Si parlerà della nostra vita, delle nostre attese, dei nostri sogni, delle nostre domande. Parleremo anche della Chiesa e delle nostre comunità.

• E dopo l’8 dicembre 2017?
Alcuni di noi si riuniranno una volta ricevute tutte le relazioni per leggerle e, sulla base di queste, scrivere e pensare le proposte da consegnare al Vescovo Claudio.

• Devo parteciparvi?
Questo gruppo sarà composto da alcuni rappresentanti per parrocchia e dai rappresentanti dei movimenti, gruppi o associazioni presenti nella nostra Diocesi. Se vorrai seguire i lavori, anche tu sarai ben accetto!

• Questo Sinodo sarà utile? Servirà a qualcosa?
Sarà utile a noi tutti per imparare ad ascoltare veramente ed incontrarci con profondità. Sarà utile al Vescovo, ma anche al tuo don e alle nostre comunità per le indicazioni, i cammini e le proposte che nasceranno!

ORA DIPENDE
DA TE…

…da come (e se) ti metti in gioco: ora tocca a te prendere l’iniziativa.
Queste domande, il tuo essere qui a leggerle è già un ottimo inizio!

• Come saperne di più e rimanere sempre aggiornato sul Sinodo?
Iscriviti alla newsletter e partecipa alle varie proposte diocesane e vicariali oppure, per i più pigri, segui la pagina facebook Giovani Padova, il profilo instagram di @giovani.padova o visita il sito www.giovanipadova.it

“Ognuno nasce diverso
perché non è chiamato
a fare il già fatto,
bensì quello che c’è da fare.”

Martin Buber


Zaccheo cerca affannosamente di vedere Gesù, corre, si arrampica. Alla fine è Gesù che lo trova, ma solo quando anche Zaccheo lo cerca e si mette in gioco con un gesto semplice, spontaneo come quello di un bambino.

Ed è il sicomoro il luogo in cui si svolge questo incontro, un albero molto diffuso in quei posti, un albero che ha sapore di quotidianità.

 

 

Mi piace pensare che Gesù in qualche modo stesse cercando Zaccheo anche prima, appena entrato in città. Ma fino a quando lui non sale sul sicomoro non riesce a trovarlo, perché non era nel posto che Lui aveva pensato per il loro incontro, non era nella sua quotidianità.

Mattia Ocello

 

 

 

 

Sono Cristina Berto, ho 24 anni e sto frequentando l’ultimo anno della magistrale di Creatività e Design della Comunicazione allo IUSVE a Mestre.

Il logo che ho ideato per il Sinodo dei Giovani nasce dall’analisi del Vangelo di Zaccheo e dalla mia riflessione sulla proposta del Vescovo Claudio. In questa esperienza, quello che si cerca di far vivere ai giovani che vorranno coinvolgersi sarà la possibilità di essere ascoltati, di avere un luogo dove c’è spazio per loro, dove trovare fiducia, la fiducia di essere “germogli nuovi” di una comunità che cresce.
Per comunicare questo, si prestavano bene due “luoghi” del Vangelo di Zaccheo: il sicomoro e la casa.

Il sicomoro, luogo dell’inaspettato, dove Gesù si ferma ad incontrare un Zaccheo che la folla aveva allontanato, dove si crea una situazione nuova, dove nasce un incontro libero, ma carico di possibilità. La casa, luogo dove Gesù si ferma, dove accoglie la vita di Zaccheo per quella che è, dove Zaccheo fa discernimento e capisce come lui può mettersi al servizio di Gesù.

Il logo cerca di esprimere prima di tutto queste sensazioni, con linee semplici ed essenziali, richiamando questi due luoghi e la possibilità di avere uno spazio di casa, di accoglienza e fiducia e di essere parte di un germoglio che cresce.

Gesù, scendi subito,
perché oggi devi fermarti nella mia casa,
per abitare tutte le mie relazioni e le mie amicizie
e insegnarmi ad ascoltare la tua Parola
anche nelle parole di chi mi vuol bene.

Gesù, scendi subito,
perché oggi devi fermarti nel mio lavoro,
per mettere nel mio cuore parole e gesti nuovi
e ritrovare la gioia di vedere te
in ogni persona che incontro.

Gesù, scendi subito,
perché oggi devi fermarti nelle mie domande e nel mio silenzio,
dove ti posso incontrare nella verità della preghiera
e diventare testimone di pace
nella fatica di ogni giorno.

Gesù, scendi subito,
perché oggi devi fermarti nella mia comunità,
dove soffriamo tante ferite aperte dai nostri conflitti
che solo tu puoi aiutarci a rimarginare
per ricominciare a servire.

Gesù, scendi subito,
perché oggi devi fermarti nella nostra Chiesa,
per accompagnare il cammino del Sinodo dei Giovani
sui sentieri di Zaccheo che profumano di giustizia e di Vangelo.

Scarica il volantino della preghiera del Sinodo nel formato che preferisci per diffonderla e utilizzarla nelle tue attività! 

SCARICA QUI:

Carissimo,
quando hai stima e fiducia di una persona chiedi un “di più” e, come vescovo della Chiesa di Padova, avverto questo nei tuoi confronti: tanta fiducia e stima. Credo che insieme possiamo fare molto, che insieme possiamo creare il futuro della nostra Chiesa. Tutti insieme: chi frequenta le nostre parrocchie, chi è inserito nell’Azione Cattolica, negli scout, nelle altre associazioni o nei movimenti… ma anche chiunque abbia nel cuore il desiderio di dire la sua, di dare il proprio contributo per aiutare le nostre comunità a crescere nella verità e nell’amore, secondo il desiderio di Dio.
Certamente hai qualcosa da dire, hai domande e speranze, sogni che a volte fanno a pugni con una realtà che sperimenti stretta, vecchia e faticosa. Forse anche la Chiesa la senti così, un po’ stretta o lontana. Ecco, vorrei ascoltarti, vorrei sentire cosa pensi perché credo che quello che porti dentro sia prezioso e sono certo che anche attraverso di te il Signore stia dicendo qualcosa a noi cristiani.

Non potendolo fare di persona con ciascuno, ho pensato di lanciare un “Sinodo dei Giovani”, per i giovani tra i 18 e i 35 anni. “Sinodo”, una parola forse non immediata ma molto suggestiva: vuol dire “camminare insieme”. Vorrei camminare al fianco di voi giovani, io con i vostri preti e i tanti cristiani del nostro territorio, camminare per ascoltarvi, per confrontarci con voi, per capire insieme verso dove andare, anche come Chiesa. Ti consegno questo impegno e questa responsabilità. E lo faccio con tanta fiducia perché so che puoi dare molto!

Ho un sogno: che ognuno possa prendere la parola in questo cammino. Concretamente, vorrei che ovunque fossero creati dei piccoli gruppi di discussione e di confronto che si svolgeranno tra ottobre e dicembre 2017. Il frutto di tutto questo lavoro verrà restituito a voi sabato 19 maggio 2018,, giorno di chiusura del Sinodo dei Giovani.

In questi mesi di preparazione so che tanti di voi giovani, nelle comunità cristiane, si stanno dando da fare per preparare questo Sinodo dei Giovani. Vorrei chiederti di andare oltre, oltre al solito giro, oltre ai pochi o tanti che siamo in parrocchia. Esci, incontra, parla di questa opportunità ai tuoi coetanei, invitali con tanta semplicità a casa tua per partecipare ai gruppi di discussione che partiranno dopo l’Estate. Potrai ricevere tanti no: mettilo già in conto. Ma ti invito a metterti in gioco. Il Signore conta su di te!

Ti aspetto ai diversi appuntamenti di questi mesi e soprattutto sabato 3 giugno, in Cattedrale, per iniziare insieme il Sinodo dei Giovani.

Che ne dici? Camminiamo insieme?

don Claudio, vescovo di Padova

vescovo-claudio

>Scarica qui la lettera del Vescovo Claudio

Ecco l’inno ufficiale del Sinodo dei Giovani! Scaricalo, ascoltalo, imparalo e condividilo!!

Testo
Incontro
Inno del Sinodo dei Giovani
(Antonio Ambrosin)

Io desidero vederti, anche se son piccolo
forse non ne sono degno
ma ho sete di te, Signor.
Ho paura di deluderti con le mie fragilità
cosa puoi volere o trovare in me?
Anche se resto nascosto i miei occhi cercano i tuoi
sono pieni di speranza di incontrare te Signor.

Figlio mio scendi subito, oggi sono qui per te
ti ho veduto da lontano e ho raggiunto proprio te.
Il mio amore accarezzerà ogni tua fragilità
tua e dei tuoi fratelli, solo non sei mai.
Anche se resti nascosto i miei occhi trovano i tuoi
abbi fede e non temere io sarò con voi.

La gioia di incontrarti si diffonderà
attraverso volti e mani nella tua Comunità.
Camminiamo insieme confidando in te
lo Spirito ci guiderà.

Siete la speranza per il futuro che verrà
vedrete che il coraggio non vi mancherà.
Noi preghiamo con il cuore, ascoltaci Signor
cosa possiam fare, lo chiediamo a te.

Vorrei che aveste cura della casa che vi ho donato
Amatevi l’un l’altro come io ho amato voi.

Scarica l’audio, il testo e gli accordi dell’Inno per utilizzarlo alle messe, alle Veglie o nelle attività della tua parrocchia o del tuo gruppo!

FASE DI LANCIO
29 luglio 2016: il Vescovo Claudio lancia il Sinodo nel contesto della GMG di Cracovia; in quell’occasione viene distribuita ai 1500 giovani padovani una cartolina di adesione da compilare. Ne vengono raccolte 871.

FASE DI PREPARAZIONE, FORMAZIONE, PUBBLICIZZAZIONE
23 ottobre 2016: Si riunisce per la prima volta la “Commissione preparatoria”, un gruppo di 30-35 giovani tra i 20-30 anni, provenienti dalle diverse zone della Diocesi e di diverse sensibilità. Scopo della Commissione è individuare i temi di discussione e preparare le tracce di lavoro per i gruppi sinodali, individuare la scansione dei tempi, le regole…
ottobre 2016/marzo 2017: incontri con i giovani a livello vicariale (gruppi giovani, A.C., scout, altre associazioni o movimenti,…). Obiettivo degli incontri è informare sul Sinodo, raccogliere idee/suggerimenti; individuare 3-4 giovani per vicariato con cui tenere i contatti in vista della diffusione delle proposte, la formazione dei gruppi sinodali, la mappatura delle realtà.
13 dicembre 2016: Veglia di preghiera agli Eremitani con il Vescovo Claudio, primo momento di preparazione al Sinodo
17 dicembre 2016: Flash mob “Un attimo di pace” in centro a Padova > qui tutte le info
31 dicembre 2016: Capodanno Caritas > qui info e iscrizioni
13 marzo 2016: Check-up! Serata di verifica a livello vicariale sull’andamento della preparazione al Sinodo dei Giovani; si iniziano a costituire i Gruppi Sinodali
2 aprile 2017: Missio Meeting > qui info e iscrizioni 
12 aprile 2017: Via Crucis all’OPSA

APERTURA DEL SINODO
3 giugno 2017: apertura del Sinodo in Cattedrale con il Vescovo Claudio, ore 21.00

FASE DI LAVORO DEI GRUPPI SINODALI
ottobre/8 dicembre 2017: Iniziano i lavori dei gruppi sinodali. Ogni gruppo (di 10 membri, divisi tra fascia 18-25 e 26-35) riceve un codice di riconoscimento ufficiale e gli viene assegnato uno dei temi o delle tracce di lavoro (sono previsti 3 incontri da fare nelle case).
8 dicembre 2017: i moderatori di ciascun gruppo sinodale inviano alla segreteria centrale la relazione dei lavori.

FASE DI LAVORO DELL’ASSEMBLEA PLENARIA
gennaio/aprile 2018: sessioni plenarie dell’Assemblea sinodale che legge le relazioni, elabora le sintesi, fa il discernimento comunitario, vota il documento finale.

CHIUSURA DEL SINODO
19 maggio 2018: in Cattedrale il Vescovo Claudio raccoglie e risponde al documento di sintesi dei lavori

FASE DI ATTUAZIONE
dal 19 maggio 2018 in poi

I gruppi sinodali over 35 #adulti

gruppo adulti

In questa pagina trovate le domande per i tre incontri dei gruppi adulti che si sono iscritti attraverso l’apposito form on line.

Le schede sono già impostate per essere stampate su fogli A4 e poi vanno piegate a metà. Preparate una copia per partecipante.

La scheda 00 contiene le indicazioni di metodo (da leggere prima dell’incontro!).

Ognuna delle tre schede presenta dei contributi di testi, video, canzoni… e una traccia di preghiera: si possono usare per prepararsi all’incontro o all’inizio dell’incontro stesso, a discrezione del moderatore e dei partecipanti. Essendo gli stessi materiali in uso dei gruppi sinodali dei giovani, troverete il rimando alle relative pagine delle tracce per i 18-35enni. Attenti però che le vostre schede e le vostre domande sono quelle contenute in questa pagina!

Dopo ogni incontro compilate la relativa parte della relazione accedendo all’area riservata con lo username e la password che avete scelto al momento dell’iscrizione. Solo dopo aver compilato la relazione del terzo incontro schiaccia il tasto “INVIA”!!!

Buon lavoro! Avete tempo… fino all’8 dicembre!!!

Scarica qui sotto le schede >>

COSA SONO I GRUPPI SINODALI?

Centro del Sinodo sono i “gruppi sinodali”, dei gruppetti di 10 partecipanti, formati da 18-25enni o 26-35enni, che si iscrivono per partecipare al Sinodo da protagonisti.

Il numero di 10 suggerisce il numero adatto perché la condivisione possa avvenire in semplicità e profondità, mentre l’indicazione di distinguere le fasce d’età (18-25 e 26-35) permette una certa omogeneità di vedute ed esperienze di vita. Il range d’età è dai nati nel 1981 ai nati nel 1999. Si tratta comunque di indicazioni di massima, da calare poi nella situazione concreta.

Dopo l’accreditamento on line (entro il 31 luglio 2017), questi gruppi si trovano per tre volte tra fine settembre e l’8 dicembre 2017 per svolgere una traccia di lavoro che viene consegnata al moderatore del gruppo via mail.

Gli incontri, autogestiti, si possono svolgere a casa o in parrocchia, come ognuno meglio crede. Ogni gruppo ha un moderatore che riceve tutto il materiale e le info necessarie per la conduzione del gruppo. 

Si tratta di gruppi dove vivere una fase di ascolto autentico e senza pregiudizi, in cui tutti i giovani partecipanti possano prendere la parola ed esprimere la propria opinione.

Al termine dei lavori, entro l’8 dicembre 2017, i moderatori invieranno attraverso l’apposito form nell’area riservata la relazione del loro lavoro alla Segreteria centrale del Sinodo.

Ne sono arrivate 583, l’87%!

[wpsl]

Il Sinodo dei Giovani nell’ora di Religione per le 4-5 Superiori

progetto-scuole-sinodo-giovani-padova

Presentazione del progetto rivolto agli insegnanti di Religione delle Quarte e Quinte Superiori

Il desiderio di raccogliere, nel Sinodo dei Giovani, la voce di tutti i giovani – anche di quelli (i più) che non partecipano alla vita della comunità cristiana – richiede di
interpellare, seppur con modalità diverse, le realtà situate al di fuori del circuito delle parrocchie (il mondo della Scuola e dell’Università, il settore del Volontariato e dello Sport, il mondo della Disabilità e dell’Ospedale, il Carcere, le Missioni, i Migranti, …).

Il Sinodo dei Giovani, per la sua natura dialogica e laboratoriale, intercetta perciò con questo progetto il mondo della scuola, laddove il dialogo non pregiudicato ed il confronto libero ed aperto costituiscono due premesse imprescindibili.

Al di là di qualsiasi appartenenza religiosa, perciò, nello stile dell’ascolto, questo percorso desidera stimolare gli studenti – nel rispetto della libertà e della dignità di ciascuna coscienza, anche lontana dalla fede – ad offrire il proprio punto di vista su determinate tematiche, quale contributo unico e prezioso a quella più ampia riflessione che la Chiesa di Padova ha recentemente avviato, nella consapevolezza che «spesso è proprio al più giovane che il Signore rivela la soluzione migliore» (cfr. Regola di San Benedetto III, 3).

Aurora Fantinato – insegnante RC
Don Paolo Zaramella – coordinatore del Sinodo dei Giovani
a nome della Commissione Preparatoria

Se sei un insegnante, accedi all’area riservata per iscrivere la classe e compilare la relazione finale:

Quando ti registri, non dimenticare di barrare la casella “Mi iscrivo come insegnante di religione”. Il programma ti traghetterà direttamente alla sezione del gestionale dedicata al progetto “Immagina se…”

SCARICA QUI:

Consiglio: stampa le schede su fogli formato A4, così da avere due schede per ogni foglio!